Home it Italiano
Tutto quello
che devi sapere
sulla Toscana

Il capodanno Fiorentino

Le tradizioni antiche che ancora sopravvivono in Firenze, hanno spesso la capacità di sorprendere l’osservatore un po’ distratto. E’ quello che potrebbe capitare riscoprendo che a Firenze si festeggia ancora un capodanno antico, in data 25 Marzo.

Vero è infatti che prima del 1582 l’Europa tutta festeggiava l’esordio dell’anno nuovo non il 1 Gennaio, come verrà decretato in seguito, ma appunto il 25 di Marzo. Dopo l’entrata in vigore del calendario gregoriano (1582) si decretò che in data 25 di marzo si festeggiasse l’Annunciazione, giornata nella quale la Madonna avrebbe ricevuto annuncio dall’Arcangelo della sua divina Maternità. 

Lentamente gli stati si uniformarono a questo dettame religioso, mentre Firenze, particolarmente legata al culto mariano, decise di non abbandonare l’abitudine di festeggiare il primo dell’anno il 25 di Marzo.

L’abitudine dovette cessare forzatamente  dal novembre del 1749, quando il Granduca Francesco III di Lorena emise un decreto nel quale si fissava anche per Firenze l’inizio dell’anno in data 1 Gennaio.

Il Capodanno tradizionale verrà riscoperto e reinserito fra le festività fiorentine solo nel 2000. Ancora oggi la celebrazione è amata e festeggiata come se non ci fosse stata mai interruzione e risulta ancora in uso il detto: “Per l’Annunciazione la rondine è arrivata; e se un’ n’è arrivata, l’è per la strada o l’è ammalata”.

Si festeggia tradizionalmente con una grande e allegra Fiera in Piazza Santissima Annunziata, Basilica intitolata alla Madonna appunto, e nella domenica successiva si svolge una meravigliosa sfilata in costume medievale, che offre la possibilità di assistere allo spostamento del corteo dal Palagio di Parte Guelfa fino alla piazza suddetta.

In breve: Il Capodanno Fiorentino si festeggia il 25 marzo di ogni anno e viene celebrato con la tradizionale fiera e con un corteo storico che si muove dal Palagio fino alla Piazza Santissima Annunziata.
Booking.com