Home it Italiano
Tutto quello
che devi sapere
sulla Toscana

David di Michelangelo

Nel 1501, Michelangelo Buonarroti ricevette l’incarico di scolpire la statua del David per un contrafforte del Duomo.

Le premesse dalle quali iniziò l’opera non erano favorevoli, poiché era a disposizione solo un blocco di marmo già “abbozzato” alcuni decenni prima e ritenuto inutilizzabile.

Malgrado queste avversità, nel 1504 la scultura era pronta, e contrariamente al progetto originario fu collocata di fronte a Palazzo Vecchio, quale prima statua di dimensioni più grandi del naturale realizzata dopo il periodo classico.

Alla figura dell’eroe biblico David, che aveva sconfitto in battaglia il gigante Golia, a lui molto superiore per forze, venne ascritta una precisa interpretazione politica. La scultura divenne il simbolo dei principi liberal-repubblicani della città. Michelangelo rinuncia ai soliti attributi – la spada e la testa mozzata del vinto Golia. Si è perciò supposto che sia qui rappresentato un momento precedente al lancio mortale della pietra contro Golia. Il futuro re di Israele fissa con consapevolezza e con sguardo fermo il suo nemico e tiene la fionda sulla spalla con la mano sinistra.

David stesso, nella versione di Michelangelo, è diventato gigante, e produce un’impressione completamente diversa rispetto alle precedenti statue di Donatello e del Verrocchio che sembravano rappresentare un fanciullo.

Nel contrapposto, il David di Michelangelo evidenzia una struttura del corpo simile a quella di un atleta. Dettagli quale la mano destra di dimensioni sproporzionate dichiarano la sua forza smisurata e la sua determinazione.

foto di http://www.flickr.com/photos/mbell1975/

Artista: Michelangelo Buonarroti

Epoca: 1501-1504